Martedì 4 ottobre 2011 presso il cinema Orion – Eerikinkatu, 15 – Helsinki con la proiezione del film dei fratelli Taviani “Allonsanfan” ha avuto inizio la rassegna cinematografica “150 Anni di storia d’Italia attraverso il cinema” organizzata a cura dell’Istituto Italiano di Cultura, del Comitato di Helsinki della Società “Dante Alighieri” e dell’Archivio audiovisivo nazionale finlandese (KAVA), in collaborazione con Cinecittà Luce nell’ambito delle celebrazioni in Finlandia per il 150° anniversario dell’Unificazione nazionale e in occasione della XI edizione della “Settimana della lingua italiana nel mondo”.

La rassegna offre una retrospettiva, attraverso 18 titoli, su alcuni tra i principali registi italiani: Vittorio De Sica, Federico Fellini, Roberto Rossellini, Mario Monicelli, Dino Risi, Ettore Scola, Pietro Germi, Marco Bellocchio e si protrarrà con proiezioni settimanali fino a sabato 10 dicembre 2011.

Per la presentazione dell’evento e dell’intera rassegna sono previsti due incontri pubblici.

Venerdì 7 ottobre dalle ore 12.00 presso il Centro Linguistico dell’Università di Helsinki (Fabianinkatu 26, sala 206) si terrà un incontro con Simona Colarizi, docente di Storia contemporanea presso l’Università degli Studi di Roma “La Sapienza” e Gianfranco Pannone, regista e autore cinematografico.

Nella giornata di sabato 8 ottobre 2011 dalle 14.00 alle 16.30, presso il Cinema Orion, Simona Colarizi, Gianfranco Pannone e Henry Bacon, docente di Cinematografia presso l’Università di Helsinki, terranno una conferenza/dibattito sul tema “A 150 anni dall’unificazione dell’Italia”, un excursus storico sull’Italia dal 1861 fino ai giorni d’oggi, con una riflessione specifica sull’Italia contemporanea. Conduce il Presidente della Società Dante Alighieri di Helsinki, Mikko Myllykoski. Interpretariato a cura di Elina Suolahti.

Dopo il dibattito verrà proiettato il film/documentario del regista Gianfranco Pannone “Ma che storia…”, prodotto da Cinecittà Luce, selezionato in concorso al 67° Festival del Cinema di Venezia e vincitore del Festival del cinema italiano di Madrid.

Per ulteriori informazioni: www.iichelsinki.esteri.it; www.kava.fi